corniolo, giuggiolo, marruca

crognole
crognole, corniole, bacche del corniolo maschio (cornus mas)

Linneo battezzò il Corniolo a frutti rossi come Cornus mascula (mas) per i frutti eduli ovali e carnosi (legno più duro in Europa) mentre chiamò Corniolo femmina (Cornus foemina), oggi detto Sanguinello (Cornus sanguinea), il Corniolo selvatico dai frutti piccoli e viola scuro, insipidi.

CORNIOLO è Cornus mas, anglo cornet-berry
un rustico alberello, a lento accrescimento
longevo e medicinale, di siepi e boscaglie
che nasce da semi, quiescenti pur due anne!

Continua la lettura di corniolo, giuggiolo, marruca

cipresso-e-ginepro

I test di infiammabilità del Cipresso femmina (var. horizontalis), hanno rivelato che la pianta è ricca d’acqua: la spessa cuticola idrofobica che ricopre rami e foglie, e la struttura interna delle foglie, riducono al minimo la perdita di liquidi anche nelle situazioni di calore estremo. Il risultato è che questi cipressi impiegano fino a 7 volte di più a incendiarsi rispetto a pini, ginepri e querce; i frammenti di foglie che si depositano al suolo, trattengono l’acqua come una spugna, ulteriore barriera alle fiamme. La forma affusolata e rada della chioma dell’albero fa sì che non si accumulino foglie morte tra le fronde, e aiuta a dissipare il calore. Infine, se nelle conifere la resina fa accelerare la combustione, in questi cipressi i componenti volatili infiammabili degassano poco a poco, rallentando l’incendio. La speranza dei botanici è di poter sfruttare le proprietà di queste piante per creare barriere in zone aride (Cile, Argentina, California, etc.), ovvero zone cuscinetto in grado di rallentare e arginare gli incendi tipici delle aree mediterranee. Piantagioni sperimentali a tal scopo sono allestite a Valencia e Siena.

CIPRESSO in varie fogge, italica presenza
il femmina è antifuoco, adattato a siccità
le foglie degradan lente ama vite e alloro
pacciame naturale, tien acqua e gener suolo  Continua la lettura di cipresso-e-ginepro