acqua e igiene

ACQUA 水 shuǐ氵CIBO, FESTE, IGIENE
è l’alimentazione, il cuor di ogni salute
l’istinto questo sa, tu lascialo condurre
Spolvera la terra, ogni animale malato
a coricarsi sopra, le forze ha contattato  (quartine)

Sesto al simposio della sera parla dei curandero scalzi della Cina rurale, poi invita Taras a narrare la sua esperienza di curandero gitano nella Tuscia (centro Italia); egli inizia dal mito della prima medicina dell’India, quando, per curare l’indigestione (la prima malattia), causata da eccesso o carenza di aria/vento negli intestini (come il suolo costipato o una civiltà in corto circuito).

BERE ACQUA 水 น้ำ (Ap, rain, akvo, water, agua) fa bene al nostro corpo e mente, un paio di bicchieri bastano per aiutare il cervello, migliorando le prestazioni intellettuali e fisiche. I ricercatori hanno scoperto che chi beve mezzo litro d’acqua prima di concentrarsi su un compito mentale, velocizza i propri tempi di reazione del 14%, rispetto a chi non ha bevuto: su persone assetate l’effetto diventava ancora più evidente; una lieve deidratazione impatta sulle performance mentali pure senza lo stimolo a bere: effetti della deidratazione sul cervello sono scompensi ormonali, l’acqua sà regolare queste lacune. 80% del cervello è acqua, così il consiglio salutare di bere 2 bicchieri d’acqua quando ci si sveglia al mattino (prima di fare colazione) attiva il metabolismo e idrata il corpo dopo la notte a secco, se poi a questi benefici si associa una buona tecnica di riprogrammazione del subconscio, l’auto-guarigione accade: alla base dell’Universo c’è il Principio Supremo, origine di tutti i fenomeni, anche dell’uomo.. ma noi abbiamo dimenticato lo spirito: se il divino è assente nell’anima-cuore, allora si può prendere dalla vita tutto ciò che si vuole senza dare nulla in cambio, ecco allora il caos nelle nostre vite e intorno a noi. La cura perenne è: non fate agli altri ciò che non vorreste sia fatto a voi; sappiate di essere una particella di tutto, tutto è interdipendente; facendo del male al prossimo avete fatto del male a voi stessi, uccidendo con pensiero e azioni ciò che è intorno a voi, distruggete le vostre basi morali/spirituali. La devastazione dell’anima conduce a malattie del cuore e morte prematura, si può evitarlo smettendo di fare del male, iniziando a fare del bene, vivendo secondo leggi eco-sostenibili.
Gli astronauti russi non si ammalano da più di 50 anni grazie al sistema del Prof. Ivan Pavlovich Neumyvakin, 86 anni, in piena forma (applica i metodo anche su se stesso), capo del programma di risanamento degli astronauti per il governo russo. Ivan iniziò come ricercatore junior, poi divenne direttore del dipartimento sviluppo cure sanitarie per gli astronauti su voli di durata variabile.. allora potè coinvolgere i migliori medici e scienziati del paese per indagare il confine tra malattia e salute, e infine elaborò una dieta fatta di piccole sane abitudini alimentari, semplice da applicare per chiunque: con gli astronauti, senza clisteri e farmaci in tre settimane purifichiamo l’ambiente interno dell’organismo, così sparisce l’ipertensione, solamente togliendo lo sporco dal corpo! mangiano molto poco e assumono tisane per pulire sangue, fegato, reni e pancreas, due giorni di digiuno e due giorni di tisane; malati di cancro, parkinson e sclerosi multipla, dopo tre-sei mesi che erano allettati si alzano, vanno al mercato, iniziano ad essere autosufficienti: hanno saziato le cellule di acqua, in precedenza mancava.. l’acqua è il miglior elettrolita, è l’energia, se manca si fermano i mitocondri, le centrali idroelettriche che forniscono energia alla cellula; il primo organo che risente della mancanza di acqua è il cervello, da qui l’irritabilità, mal di testa, stanchezza e scarso rendimento. Ivan Pavlovich cura con la luce ultravioletta che libera dai preparati chimici piante, animali e prodotti alimentari (carne, latte, formaggi, frutta), ma scoprì che l’implemento del suo metodo avrebbe minato l’attendibilità della scienza nazionale, aveva trovato il motivo primo per cui una persona si ammala: la sanità pubblica è intrappolata nella macchina burocratico-politica in quasi tutti i governi del mondo: ho lavorato decine di anni nella medicina spaziale e fuori la sanità pubblica, ma speravo che le persone di buon senso lo facessero, infatti, terminati tutti i test, il ministero della salute URSS diede il via libera alla loro introduzione nel sistema sanitario pubblico; ma dopo il crollo dell’URSS il ministero della nuova Federazione Russa richiese di fare gli stessi test a suo nome stavolta, poiché i test ‘sovietici’ non sarebbero stati considerati validi. Io ero già in pensione e non avevo né forze né mezzi per rifare i test e nessuno era disposto a farmi da sponsor.. allora ho capito che i sistemi di cura per persone, animali, piante e terreni non curano, distruggono, ma danno da mangiare a molta gente: produttori di medicine, di erbicidi e multinazionali della petrolchimica. In periferia ho creato un progetto che permette al primario di un piccolo ospedale di campagna, insieme al suo staff, di risanare 25-30 persone nel corso di 3 settimane, senza uso di TAC o apparecchi sofisticati: si tratta solo di liberare le persone dalla dipendenza da farmaci. Alla Duma di Stato (parlamento elettivo della Confederazione Russa) questa mia proposta è stata approvata, ma poi le agenzie responsabili per la sanità pubblica non hanno trovato i soldi per la sua realizzazione, così venne considerato inutile tutto il mio sistema di risanamento ecologico delle persone, animali, piante e terreno. Ora un rappresentante del governo dice che le piccole città dovranno fondersi in metropoli, ma realizzare questo progetto distruggerebbe il fondamento della Russia.. la rinascita di una nazione inizia dalla terra, dall’amore per la natura, per tutto ciò che vive, e dalla voglia di preservarlo per i posteri: dalla terra arrivano coloro che rendono una nazione gloriosa, e non dalle megalopoli dove la gente non ha idea di dove cresca il pane. In Bielorussia sanità e istruzione sono ancora gratuite, così in questo paese hanno mostrato interesse al mio sistema per avere terreni puliti e miglior vita per gli esseri viventi, mentre il mio paese ora lo trova inutile. Spero che tutto il Pianeta possa riprendere a vivere piuttosto che morire di malattie in ambiente avvelenato.. La bocca è un sistema di frantumazione del cibo, dobbiamo masticarlo molto bene fino a berlo; in quel momento il cervello vede pane, cereali, verdura e carne, poi dà le adeguate istruzioni allo stomaco, e la carne ha bisogno di acido cloridrico più concentrato, stessa cosa per il pane un pò meno per i cereali. Inghiottire il cibo senza masticarlo fa si che venga coperto solo superficialmente con acido cloridrico, che in questo modo non può penetrare nel boccone; inoltre, questo acido assegnato a quel bolo di carne si diluisce con l’acqua (durante e a fine pasto), così la sua concentrazione si riduce ancora: risultato di questa diluizione dell’acido sarà che il cibo resta indigerito, così tutto ciò che ho mangiato diventa scorie, prodotti non trasformati dal metabolismo. Mangiamo 4-5 volte più del necessario, tutto il cibo in eccesso è un lavoro per i medici e l’inizio della malattia; se non oggi, domani. Bere due litri, solo l’acqua pulita arriva nelle cellule: le acque minerali e bevande gassate sono pericolose, le cellule devono prima pulirle; tè e caffè alzano momentaneamente l’energia ma aggravano la carenza di acqua (disidratano): l’acqua sporca va nelle cellule che, invece di ricevere energia, devono spenderla per pulirla, lo sporco viene gettato via è l’acqua che rimane è insufficiente, rimane così poca energia: l’assunzione dei liquidi impuri, qualunque essi siano, causa arteriosclerosi, ipertensione, aritmia cardiaca e la maggioranza delle malattie ‘senza speranza’ legate alla presenza di scorie nell’organismo: le cellule iniziano a vivere in questo ambiente putrido e privo di ossigeno, così son costrette a mutare e a diventare cancerose. Generalmente ci sono cellule cancerose in qualsiasi organismo, ma in una persona sana il sistema immunitario le sopprime; quando la persona è indebolita queste iniziano a moltiplicarsi rapidamente: in linea di principio abbiamo bisogno di loro come una sorta di vaccino, così il corpo riconosce che male e bene coesistono ma, se tu stesso stai sopprimendo il benessere (per via di stress, cattiva alimentazione e inattività fisica), il bene se ne va e al suo posto entra il malessere; cancro e Aids sono le conseguenze, non le cause: se una persona è certa che il cancro è uno stato temporaneo, allora potrà liberarsene, deve prima di tutto capire cosa ha fatto di sbagliato nella vita, capire i suoi errori, chiedere perdono alle persone che ha ferito, poi sarà necessario impostare la giusta mentalità per il recupero, questo è lo spirito giusto con cui si possono sconfiggere tutte le cause delle malattie. Il cuore-motore che pompa il liquido si trova sotto l’ombelico, sono le pompe che spingono il sangue in su con le contrazioni: poichè il liquido, sotto la forza di gravità tende a cadere in giù, si deve farlo tornare su, e ciò lo fanno i muscoli dentro cui si trovano i vasi. Se il proprietario del corpo manca di esercizio fisico, non allena i muscoli del tronco e delle gambe, così può insorgere l’arteriosclerosi, arrivano varici e disturbi trofici, il sangue in presenza delle scorie si addensa, e il cuore deve lavorare di più per pompare questo sangue. In primis si verifica l’ipertrofia del ventricolo sinistro, poi a seguire vari tipi di aritmie, poi l’infarto o l’ictus: il cuore non ce la fa a lavorare al posto di 500 muscoli che devono pompare il sangue, il cuore deve lavorare con sangue liquido, pieno d’acqua.. ma nessuno insegna come ottenerlo: si deve bere 1-2 bicchieri d’acqua 10-15 min prima di ogni pasto, l’acqua supera lo stomaco e si raccoglie nel duodeno, dove si accumulano gli alcali. Quest’acqua non inacidisce, diventa alcalina, e un organismo leggermente alcalino resiste agli attacchi dei microbi nocivi e alla maggior parte delle malattie. Stress e un errata alimentazione troppo ricca in elementi acidi riduce l’alcalinità del nostro corpo, così le bevande a fine pasto come caffè e tè, con esse è utile solo sciacquare la bocca: dopo aver mangiato la carne, per due ore non mangiate né bevete nulla, i succhi gastrici devono trattare la carne, la devono corrodere per estrarne alcuni elementi della tavola di Mendeleev. Se avete fame BEVETE acqua a stomaco vuoto: per mezz’ora avrete tolto la fame, e poi bevete ancora; solo quando avrete una forte fame, mangiate; se non ne avete non mangiate, fate riposare l’organismo.. c’è ancora del cibo del mattino da digerire, se ne buttate sopra dell’altro, il cibo marcisce. Acqua è nostro cibo, siamo fatti del 90% di acqua, durante il giorno dobbiamo bere a digiuno circa un litro e mezzo/due di acqua pulita: alle persone dopo i 60-70 anni, quando iniziano a bere circa 2 litri d’acqua, le rughe si stirano e l’intestino lavora bene, le cellule fanno il bagno nell’acqua vitale. Acqua in bottiglia è acida (PH 6,5-7), alla sera mettetela in una bottiglia o pentola, serve a far venire fuori il cloro. La mattina seguente ci sarà un sedimento pure invisibile agli occhi, togliete accuratamente l’acqua di sopra, circa due terzi e, senza farla bollire, portatela sino alle bollicine piccole, è la bollitura fredda, che conserva la sua struttura per tutto il giorno. Quest’acqua serve alle cellule che, in tale modo, non sottraggono energia per pulirla. Se l’acqua è davvero pura restituisce salute alle persone, potete usare tecniche di pranizzazione, radionica, Masaru Emoto, etc, per ripulire l’acqua dalle impurità e renderla più sana e compatibile con il vostro organismo. Se mangiate dopo le sette di sera sarete poco sani: l’insulina che il pancreas secerne alle 19 impiega due ore per trattare il cibo; se avete mangiato qlcsa dolce, l’insulina non permetterà l’innalzamento dello zucchero oltre la norma, ma dalle 21 in poi, pancreas e stomaco devono dormire, così a quest’ora devono essere liberi dal cibo. A questo punto passeranno la fiaccola alla ghiandola pineale che rilascia la melatonina, alle 23, la quale migliora il sonno e l’attività ormonale.

Ciclo dell’Idrogeno
la VITA nasce con i primi batteri, che usavano (nella soluzione acquosa del protoplasma) la formula chimica: H2O+CO2 = C6.H12.O6 + O2 (acqua + anidride carbonica = glucosio + ossigeno). Questa formula è la stessa del ciclo H relativo al sistema stella-pianeta, che rende in equilibrio il sistema stesso (in astrofisica è in in termini di protoni H+, dalla fusione nucleare fino ai raggi cosmici). La vita nasce con una relazione interspecifica simbiotica (traduzione organica del ciclo H): il Fruttivorismo primitivo dei primi batteri.
Ora, se questa fomula chimica si legge da sinistra a destra, è la fisiologia di base dei vegetali [dai batteri vegetali (detti autotrofi) agli alberi fruttiferi attuali], dove l’idrogeno sale accompagnato dall’ossigeno, sotto forma di acqua (linfa dell’albero fruttifero), poi, una volta salito in alto (a livello delle foglie, nei cloroplasti), l’idrogeno viene staccato dall’ossigeno tramite la luce solare (fotolisi dell’acqua), ed attaccato al carbonio della CO2 dell’aria (respirata dalla pianta), formando il glucosio (fotosintesi), che viene inserito nel frutto (dove, una volta consumato dall’animale, l’idrogeno del glucosio inserito nel frutto, comincia la fase successiva, il ciclo di discesa H), se invece si legge in senso inverso, da destra verso sinistra, abbiamo la fisologia di base degli animali [dai batteri animali (detti eterotrofi) ai primati fruttivori (compreso l’uomo)], è la “Discesa H”, dove la discesa dell’idrogeno è accompagnata dal carbonio sotto forma di glucosio o fruttosio; Hidrogeno che, una volta sceso in basso, ad esempio sotto forma di frutto, lungo il sistema digerente del primate fruttivoro, giunge poi ai mitocondri delle cellule, dove viene ristaccato dal carbonio tramite la combustione mitocondriale, e riattaccato all’ossigeno dell’aria (respirata dal primate), riformando l’acqua, riemessa anche sotto forma di urina, la quale, ricadendo sulle radici dell’albero fruttifero, viene riassorbita da esse, e così l’idrogeno “urinato” ricomincia da capo, sotto forma di linfa, la sua fase successiva del ciclo (salita H), dove i batteri autotrofi (vegetali) ieri, e gli alberi fruttiferi oggi, prendono H2O+CO2 e creano glucosio (C6 H12 O6) in forma libera (non polimerica) + ossigeno (prendono acqua dalle radici + anidride carbonica dall’atmosfera, poi, tramite la fotosintesi nelle foglie, creano proprio il glucosio, insieme alla sua versione allotropica (cioè stessa formula chimica ma diversa struttura, più evoluta, il fruttosio), che accumulano nel frutto. (continua su cloudbase.. costipazione, acqua calda, acqua ossigenata, sauna, nativi di Taiwan排灣族, Hua-Tuo, cicogna, clisteri-enema, etc)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *