Domenica, Giugno 25, 2017

bosco sacro di Bomarzo (central Italy)Se un bosco originario è Lucus in latino, vergine foresta, natura inconscia di tutte le creature, selva pien di vita assieme con pericoli, per l'essere superbo. Lucus casa di antenati, è domus Dei Natura, accogliente e ostile, oppure indifferente secondo atteggiamento, di ospite presente fuor dentro le creature, tributo ricorrente se il tempo del sogno, torna a contattarci indica un sentiero, per vita sostenibile, orme di antenati, son storie e leggende aneddoti e canti, tracciati pur su alberi esperienze di sempre..

Giocano i bambini a lavorare la terra, accudire gli animali osservar ecosistema, naturale e culturale, dolmen e menhir, altari degli animisti mutarono in recinti, sacelli e templi misti in città di mercanti, raccolta di primizie cereali e legumi, frutti latte e vini divennero poi danari, lasciti e ori che arricchivano banchieri-sacerdoti, il sancta santorum, divenne banca e sala di oracolo di borsa, per empori lungo i mondi.

Nella terra dei MESSAPI, riti antichi su scogliere antri e grotte d'iniziati, ai mister dell'aldilà su pareti e sulla volta, affreschi caccia al cervo danza estatica con mandrie, di bestiame mani e stelle ossido ferro pei dipinti, con guano pipistrello sono simili a dipinti, di aborigeni e boscimani, soffian color da bocca, l’artista si proietta sulla roccia per aver, cibo, acqua riparo