Lunedì, Ottobre 23, 2017

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

FONTE: dal Libro, Esperimento Itinère, accensione di abilità di apprendimento ... 

Cominceremo il nostro itinerario dai contributi  dell’approccio Psicometrico, in particolare, Binet, e i test di misurazioni del quoziente d’intelligenza da lui sviluppati all’inizio del secolo; arriveremo, quindi, alla crisi di tale approccio e all’emergere del vasto settore della Tecnologia Pedagogica. Della tecnologia pedagogica  esamineremo l’apprendimento secondo il modello gerarchico di Gagné (tale modello ha subito in seguito alcune modifiche e integrazioni), gli apporti delle macchine per l’insegnamento di Skinner e Pressley e i concetti desunti dalla scienza cibernetica, quali, ad esempio, il concetto di feedback.

Successivamente cambieremo continente, dagli USA ci sposteremo in Europa, alla ricerca della teoria dello sviluppo cognitivo di Piaget. Vedremo, come in questa teoria, l’apprendimento ricopre un ruolo ben definito ed è in relazione agli stadi di sviluppo previsti nella teoria medesima; inoltre, i semi gettati dagli studi di Piaget, sull’apprendimento attivo e la costruzione del sapere, ci porteranno all’Informatica Pedagogica, quindi al rapporto allievo-computer.  Dall’influenza del medium tecnologico sull’apprendimento, passeremo a quella del contesto sociale, ovvero agli studi e alle ricerche sull’apprendimento condotte dalla scuola Russa di L.S.Vygotsky. Qui, ci soffermeremo sulle interazioni tra il contesto sociale, l’individuo e i vari medium tecnologici, (scrittura, ecc.), così come indicato, nel modello dell’istruzione di Bruner e nel modello dell’intelligenza di Olson.

A questo punto analizzeremo il problema dell’apprendimento in prospettiva  Interculturale, cercando di capire, attraverso il metodo comparativo, se la scolarizzazione ha avuto e continua ad avere una certa influenza sulla genesi delle differenze di prestazioni cognitive tra le diverse culture; inoltre, “osserveremo” come viene gestito, l’apprendimento nelle società ancora tribali.

A questo punto del capitolo, entreremo nel vivo dell’approccio Cognitivista. Qui, verrà preso in considerazione il modello dell’elaborazione dell’informazione (infomration processing), utilizzato nella rappresentazione di basilari processi di apprendimento, in particolare: il modello dell’intelligenza di Brown e Campione. Infine, dato l’enorme sviluppo che le scienze cognitive hanno avuto nell’ultimo ventennio di questo secolo, affronteremo la problematica dell’apprendimento alla luce della teoria Metacognitvia; qui esamineremo i concetti e gli aspetti di questa, ritenuti essenziali per un efficace ed efficiente processo di apprendimento. Da qui, necessariamente, (siamo in pieno territorio delle abilità trasversali!), analizzeremo le dinamiche motivazionali, emotive ed affettive che sottendono a qualunque compito di apprendimento, in quanto, interagendo con la sfera cognitiva dell’allievo, contribuiscono alla strutturazione di tutti i suoi processi di apprendimento.