Mercoledì, Dicembre 13, 2017

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La NUOVA CRONOLOGIA di Fomenko-Nosovsky in 15 minuti o in un’ora
(sunto tradotto dal russo, rivisto e adattato da Fulvio Cusani)

(quartine in versi: zar degli slavi)

Questo scritto ha una struttura inusuale. Esso tiene conto del fatto che molte persone semplicemente NON HANNO IL TEMPO per incontrare nuovi concetti grandiosi; così come del fatto che, in caso di numero insufficiente di informazioni necessarie, nella mente arriva inevitabilmente una lotta tra idee vecchie e nuove e, poichè c'è una quantità enorme di materiale storico pre-esistente, questo conflitto spesso finisce nel rifiuto del nuovo, di ciò che non "va d'accordo" con il vecchio.

DIFFICOLTÀ PSICOLOGICHE DELLA PERCEZIONE DEL NUOVO
L'uomo moderno è letteralmente inondato da informazioni. È circondato da radio, giornali, televisioni, frequenta scuole e Istituti, legge letteratura generica e specialistica, guarda film e legge giornali. Una grande quantità di informazioni sono passate da familiari, amici, colleghi, vicini, persone casuali e compagni di viaggio. Molte informazioni sono consumate da una persona, anche se egli non è consapevole di ciò o non è disposto a recepirle. Si può dire che l'ambiente dell’informazione nel nostro tempo è diventato indispensabile per l'essere umano, come l'aria che respiriamo. Il maggiore impatto su di noi lo ha la scuola, che forma le fondamenta della nostra visione del mondo. Quando l’uomo matura, l'influenza più grande è dei media, ed alle conoscenze “base” ricevute in scuole e Università se ne aggiungono di nuove. L'influenza dei media su un essere umano è così grande che bene calza la definizione di “media = quarto potere”: il grado di impatto delle informazioni via media è paragonabile all'influenza reale di un potere fisico, come quello di enti e servizi governativi. I media possono inculcare molte RAPPRESENTAZIONI in grandi gruppi di persone, come è vero che un grande cambiamento nella coscienza segue rivoluzioni di tipo scientifico, tecnologico, sociale e altre; un cambiamento nel paradigma di sviluppo delle sfere della vita, dagli specialisti chiamato: cambiamento paradigmatico.
   Il pensiero umano è in gran parte conservatore e l’uomo trova comodo avere una base e un ambiente familiare, poichè non tutti amano lavorare, o impiegare tempo e denaro per esplorare e imparare cose nuove. In tutti i casi, solo con un grande sforzo nel campo delle informazioni e dei programmi educativi, a tutti i livelli di studio, si può portare materiale idoneo a motivare la percezione umana di nuove teorie. Ma cosa succederebbe se la rivoluzione scientifica si verificasse in una materia come la storia? Quando una nuova teoria incontra molti nemici, tanto che la sua adozione significherebbe la demolizione dell'intera base su cui poggia la visione dello sviluppo della civiltà umana, come comportarsi con lo shock che sentirebbero sia milioni di individui, sia professionisti di tutto il mondo, istituti di ricerca, cittadini e intere nazioni? La situazione è tale che l'umanità deve "conservare" le sue attuali credenze sul mondo solo perché è "comodo" per tutti e "troppo pericoloso" per alcuni?

  Questa teoria, che sta cambiando completamente il paradigma storico-cronologico è la “Nuova Cronologia di Fomenko-Nosovsky” (da ora in poi abbreviata con NC). La difficoltà della percezione di questa teoria in confronto, per esempio, ad idee rivoluzionarie nel campo dell'educazione scientifica, è ulteriormente accresciuta a causa dell'enorme volume, accumulato nell'arco di diversi secoli, di materiale culturale e scientifico (riguardante sempre la storia). Ripensare questo materiale richiede enormi sforzi e tempo per i professionisti di tutti i settori della conoscenza umana. Un uomo che legge anche solo un sunto della NC esclama: “allora tutti questi fatti storici inculcati in me per tutta la mia vita non hanno nulla a che fare con la realtà? che dire allora di tutti quei romanzi storici scritti e degli splendidi film girati (fiction), non si basano su dati storici saldamente consolidati e ripetutamente verificati? Gli studiosi hanno mentito, e registi e scrittori ci hanno raccontato favole? Semplicemente questo non può essere, - aggiungerà questo uomo - e, molto probabilmente, tratterà la nuova teoria come qualcosa di non serio nella sua vita. Beh, avrà fatto la sua scelta. Ma per i professionisti, in particolare gli storici tradizionali, questa nuova teoria è una impertinente sfida, assolutamente inaccettabile perché nega il lavoro di molti anni della loro vita. Anche se gli storici professionisti dovrebbero avere occhi nuovi per rivedere l'interpretazione consolidata di eventi storici e fatti, come pure dovrebbero applicare una ragionevole severità scientifica quando verificano la realtà di fatti storici.

Tuttavia, il processo di assimilazione di nuove idee può solo ritardare, mai arrestarsi. Soprattutto se una teoria troppo nuova ha importanti implicazioni per tutta l'umanità.  Richard Brody, un esperto americano nel campo del pensiero umano, descrive così l’accettazione di nuove idee da parte del pubblico: "i nuovi concetti scientifici spesso non sono accolti e sono abbastanza prevedibili reazioni negative. Sembra che l'adozione e l'assimilazione da parte del pubblico in generale di qualsiasi paradigma scientifico nuovo e rivoluzionario, debba passare attraverso diverse fasi di sviluppo:
1 Atteggiamento di condiscendenza-emarginazione. Inizialmente, la nuova teoria sembra essere qualcosa di meraviglioso.... 
2. Ridicolizzare. Se la nuova idea vuole ostinatamente venire alla luce, l'atteggiamento condiscendente verso di essa non è più sufficiente. Il nuovo paradigma è ridicolizzato.
3. Critica. Quando un nuovo concetto comincia ad essere assimilato dal pubblico, le persone con visione del mondo opposta, come coloro che hanno speso un sacco di energia per assorbire e divulgare il vecchio paradigma, rimuovono i guanti bianchi... 
4. Approvazione-assimilazione. In definitiva, il nuovo paradigma attira abbastanza persone tanto che la società lo può accettare psicologicamente e intellettualmente... Si assume il nuovo paradigma, e l'opinione pubblica è dalla sua parte. A questo punto lo si inizia a studiare nelle scuole, e gli scienziati si preparano per lanciare al mondo una nuova sfida. 

 Analogamente, sulla repressione del nuovo da parte del vecchio, il Mahatma Gandhi disse: "prima non se ne accorgono. Poi ridono. Poi si confrontano. Di conseguenza, vincerai." 

Conoscere in dettaglio la NC in un sunto o anche in un solo libro è impossibile proprio a causa della enormità del dettagliato lavoro sui temi storici. Per fare questo è necessario leggere un gran numero di libri degli autori della NC, che sono stampati da più di 20 anni con materiale non ripetuto. Pertanto, il concetto della NC in questo scritto si propone in due modalità, la prima parte è solo l'essenza delle nuove teorie per quanto possibile esposte in forma breve senza al tempo stesso perdere in integrità. Essa è leggibile in circa 15 minuti. La seconda parte tratta lo stesso materiale ma presentato in modo un pò più ampio e illustrato, per coloro che sono disposti a spendere circa un’ora nello studio di esso. Speriamo che non vi pentirete del tempo trascorso in questa breve lettura. Inoltre siamo sicuri che chi inizia a studiare la NC è in grado di guardare il mondo con occhio più attento, e avrà una più profonda comprensione dello sviluppo umano. Dopo aver esaminato i materiali proposti e studiato i libri degli autori, sarà difficile leggere la letteratura storica che inonda le librerie di tutto il mondo. Puoi scegliere il modo tradizionale – e non torturarti, sulla strada spinosa della conoscenza, basta accendere la TV. Sicuramente mostrerà qualcosa di interessante, qualcosa che non si deve pensare, perché è già pensata e confezionata "giusta”. Oppure si può scegliere un altro modo, quello di ogni uomo del 21 ° secolo, il secolo della conoscenza, e crearsi la propria opinione del soggetto, oltre il parere di chi “pensa per te”.

* * *